A Campofelice un flash mob per dire “No al bullismo”

“No al bullismo”! E’ il monito che si è levato dal Liceo scientifico di Campofelice di Roccella l’11 febbraio scorso nell’ambito dell’iniziativa “Io indosso il blu” voluta dal nostro istituto per dire, con determinazione, “No al bullismo e al cyberbullismo”, nell’ambito della giornata mondiale per la sicurezza in Rete e della campagna “Un nodo blue” proposta dal Miur già da alcuni anni.
I ragazzi di Campofelice, incoraggiati dai docenti del plesso e guidati dai diversi rappresentanti di classe, hanno voluto dare una loro originale interpretazione al messaggio proposto da tale iniziativa realizzando, presso gli spazi antistanti la scuola, un flash mob.
La predisposizione e la realizzazione del momento ha generato grande entusiasmo negli alunni e ciò ha contribuito a fissare in maniera ancora più incisiva l’importante messaggio che la giornata si prefiggeva. L’auspicio è che tale iniziativa possa portare frutti negli anni di frequenza scolastica dei ragazzi e formare individui maturi e responsabili per l’avvenire.

No al bullismo….. Liceo scientifico di Campofelice

Publiée par IISS «Jacopo del Duca – Bianca Amato» sur Mardi 11 février 2020

 

In Repubblica Ceca per un progetto Erasmus

In Repubblica Ceca per un progetto Erasmus

Si è svolto dal 25 gennaio al 1 febbraio 2020 presso la scuola ospitante Gymnazium SOS SOU a VOS di Horice (Repubblica Ceca) la quarta LTTA (attività di apprendimento/insegnamento/formazione) del partenariato strategico STAR2 del programma Erasmus+, occasione di incontro e scambio tra studenti della Repubblica Ceca, nazione ospitante, e quelli dell’Italia.

L’I.I.S.S. “Del Duca Bianca Amato” di Cefalù – Dirigente scolastico e Rappresentante legale: prof.ssa Antonella Cancila; Coordinatore e referente del progetto prof. di inglese Catanese Gianni – ha aderito all’iniziativa, ne ha seguito l’iter e gli incontri precedenti ed è stato presente ai lavori di Horice con tre alunni della V A Turismo (Azza Gabriele, Caruso Marco, Failla Rosario) e due insegnanti, le proff.sse Cirrito Rosaria, docente di storia dell’arte del plesso Artistico e la prof.ssa Liberto Giovanna, docente di lettere del plesso tecnico-linguistico.

Il progetto europeo STAR2 (acronimo inglese di Sustainability Towards the Appreciation of Resources) verte su argomenti di scottante attualità, come sostenibilità ambientale, energie da fonti rinnovabili, risparmio di acqua e cibo, sviluppo urbano, con attività svolte in metodologia CLIL.

Nel corso della settimana i nostri studenti hanno mostrato ottima padronanza della lingua inglese, tanto da ottenere gli apprezzamenti delle colleghe ceche, e conoscenza approfondita della problematica ambientale, riguardo alla quale hanno proposto possibili soluzioni. La conoscenza del contesto della sostenibilità e dei differenti modi di gestirla è una tappa fondamentale che deve servire come base per incrementare la consapevolezza e quindi per contribuire alla disseminazione di maggiori pratiche sostenibili.

Il liceo scientifico commemora la Giornata della memoria

Il liceo scientifico commemora la Giornata della memoria

Il 27 gennaio si è svolta, negli spazi antistanti al liceo scientifico di Campofelice di Roccella, la manifestazione in occasione della Giornata della memoria in ricordo di tutte le vittime dell’Olocausto. La commemorazione è stata organizzata in sinergia fra i docenti del liceo scientifico di Campofelice, l’associazione Co.tu.le.vi., l’I.C. Cinà di Campofelice, l’amministrazione comunale e la consulta giovanile.
La mattinata si è articolata in vari interventi che hanno visto protagonisti gli alunni del liceo scientifico e delle terze medie dell’I.C. Cinà.
A presentare la commemorazione si sono alternate un’esponente dell’associazione Co.tu.le.vi e la prof.ssa Maria Elena Amoroso del liceo scientifico di Campofelice.
La cerimonia ha visto il suo preludio con l’esecuzione del Silenzio da parte di un alunno del liceo. Gli alunni dei due diversi gradi d’istruzione hanno, poi, offerto alla platea momenti di grande emozione con la lettura di poesie e riflessioni molto toccanti, l’esecuzione di brani musicali, la presentazione di cartelloni e una ben riuscita drammatizzazione tratta dal “Diario” di Anna Frank.
A conclusione della mattinata si sono succeduti gli interventi dei rappresentanti delle istituzioni presenti, fra gli altri, il sindaco di Campofelice di Roccella, Michela Taravella; la dirigente dell’I.C., prof. Rosaria Di Prima; il luogotenente dei Carabinieri, maresciallo Ignazio Piraino, il parroco, Don Domenico Sausa, la prof.ssa Maria Elena Amoroso per il liceo scientifico e i rappresentanti dell’associazione Co.tu.le.vi. e della consulta giovanile.
Dopodiché si è proceduto alla posa di una pietra della memoria, accompagnata da un omaggio floreale, nei pressi di uno degli ulivi che ornano gli spazi esterni del liceo scientifico. Il momento fortemente suggestivo è stato accompagnato dalle note del Silenzio.

Al liceo scientifico di Campofelice, intervento del comandante dei Carabinieri sul tema della droga

Al liceo scientifico di Campofelice, intervento del comandante dei Carabinieri sul tema della droga

Nei Giorni 16 e 17 dicembre presso i locali del Liceo scientifico di Campofelice il comandante dei carabinieri della locale stazione, il maresciallo Ignazio Piraino, assieme ad altri rappresentanti dell’arma ha incontrato gli alunni dell’istituto per parlare di sostanze stupefacenti. L’intervento ha abbracciato vari aspetti e sfumature del delicato argomento. Il comandante ha innanzitutto offerto una panoramica delle diverse sostanze esistenti, soffermandosi sulla loro diffusione e sulla loro composizione chimica.

Grande spazio è stato dedicato agli aspetti legali riguardanti il traffico, la detenzione e lo spaccio di ogni tipo di droga. E’ stato, inoltre, sottolineato come spesso il legislatore abbia concentrato la sua attenzione sulle conseguenze generate dall’uso di determinate sostanze, spesso causa anche di gravi incidenti.

Il maresciallo Piraino, per ogni aspetto trattato, ha presentato esempi pratici attingendo frequentemente alla sua lunga esperienza, conseguita in varie località del nostro paese.

Sono stati inoltre affrontanti argomenti di grande attualità come la recente apertura dei Cannabis point in diverse città d’Italia, iniziativa controversa, su cui ancora la giustizia italiana e la politica non si sono pronunciati in via definitiva.

Egli ha mostrato grande disponibilità anche nel rispondere alle domande dei docenti presenti e degli alunni che hanno partecipato con grande interesse e attenzione all’intervento.

 

Presepi in mostra

Presepi in mostra

Stanno ricevendo numerosi apprezzamenti i presepi realizzati dagli studenti del liceo artistico del nostro istituto esposti in occasione della seconda edizione de La via dei presepi “Come i Magi, seguiamo la Stella”, che si sta svolgendo in queste settimane a Cefalù. L’ iniziativa promossa dalla Pro Loco propone ai visitatori un percorso di allestimenti e di manufatti della tradizione presepiale. Il progetto prevede anche quest’anno la collaborazione dell’IISS “Jacopo del Duca Bianca Amato”.
Gli alunni del liceo artistico seguendo le indicazioni e gli insegnamenti della prof.ssa di design della ceramica Concetta Genovese e del prof. di design dei metalli Emilio Triolo, che con passione hanno dato il loro fattivo contributo, hanno realizzato ben 16 presepi: 15 di questi, in argilla e sabbia, sono stati prodotti, utilizzando varie tecniche di lavorazione (foggiatura, stampatura ecc), dagli studenti della classe quarta e da un gruppo di allievi della classe seconda dell’indirizzo ceramica ed esposti nella chiesa di Maria S.S. della Catena in piazza Garibalbi e nella chiesa dell’Immacolatella in via Mandralisca; uno, creato da alunni sia dell’indirizzo ceramica che dell’indirizzo metalli, è posizionato presso l’atrio dell’Episcopio in piazza Duomo. Quest’ultimo è realizzato in ferro battuto e in ceramica, attraverso un meticoloso lavoro delle singole parti, che sono state assemblate in una composizione unica: l’occhio del visitatore in un primo momento catturato dai colori brillanti di un fondale marino, popolato da rossi coralli e stelle marine in ceramica, si sposta sulle forme essenziali e stilizzate della sacra famiglia, che sembra emergere dalle acque, per innalzarsi alla fine verso il cielo infinito in un messaggio di fraterna gioia e speranza. Ai presepi citati si deve aggiungere presso l’Oratorio del S.S. Sacramento l’esposizione di un albero di natale prodotto dal laboratorio del design tessuto diretto dalla prof.ssa Patrizia Di Fatta. Si tratta di lavori che, recuperando antiche e consolidate tecniche tramandate nel corso dei secoli, consentono la realizzazione di manufatti dal delicato gusto estetico che si rivelano opere di raffinato design.
Un gruppo di 21 alunni dei vari indirizzi del liceo artistico nel corso della manifestazione sta altresì svolgendo ore di PCTO (Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento, ex Alternanza scuola lavoro): gli studenti sono infatti impegnati in attività di accoglienza dei visitatori, fornendo informazioni relative all’esecuzione degli allestimenti e dei manufatti della tradizione presepiale.
L’esperienza, mostra ancora una volta, quanto possa essere fruttuosa la collaborazione tra istituzioni. Anche in questa occasione il nostro Istituto ha dimostrato di essere attento alle esigenze artistico-culturali del territorio, creando manufatti di grande pregio e di indiscusso valore artistico. Le opere allestite per l’evento rimarranno esposte da sabato 8 dicembre 2018 a domenica 5 gennaio 2019 nelle chiese messe a disposizione dalla Diocesi.

«Duca - Amato» - Cefalù